CANESTRELLI
Ricette dolci,  Uncategorized

I segreti per dei biscotti perfetti: cookies, sablés e frolle

Oggi non vi propongo nessuna ricetta, ma una raccolta di consigli per ottenere dei biscotti perfetti, anche esteticamente, frutto della mia piccola esperienza e soprattutto di tanti fallimenti!

Può sembrare paradossale, ma più il dolce che vogliamo preparare è piccolo e più la difficoltà aumenta. Preparare biscotti può sembrare facile perché non richiede grosse strumentazioni, o abilità particolari, ma omettere alcuni passaggi, sbagliare la temperatura del forno e non usare gli strumenti giusti può fare molta differenza!

Ultimamente i blog sono un po’ in disuso, e molti preferiscono consultare le ricette sui social, che però non permettono di spiegare bene tutti i passaggi come si dovrebbe, soprattutto in pasticceria dove la precisione è fondamentale. Quindi spero di venire in vostro soccorso con questo breve vademecum che vi permetterà di non sbagliare più un colpo!

Quali strumenti usare?

Poco fa vi ho detto che non serve chissà quale strumentazione per preparare i biscotti, tuttavia avere questi strumenti (nulla di costoso o introvabile!) vi faciliterà molto in cucina:

  • Un tappetino microforato in silicone (eventualmente da abbinare alla teglia microforata). Tra tutti è lo strumento che fa più la differenza rispetto a cuocere i biscotti sulla carta forno. I biscotti si cuociono meglio, in maniera più uniforme
  • Un porzionatore da gelato (per avere biscotti tutti delle stesse dimensioni ed evitare che uno sia cotto e quello vicino sia bruciato)
  • Una griglia di raffreddamento (si trova anche da Ikea, a pochi euro)
  1. I cookies

COOKIES

I classici biscottoni americani, un po’ chewy, con le gocce di cioccolato, avete presente? L’impasto di questi biscotti rimane abbastanza morbido. Per avere biscotti tutti uguali usate il porzionatore da palline di gelato, formate delle palline con le mani e appiattiteli leggermente sulla teglia. Poi usate un bicchiere, mettetelo sul biscotto e fate movimenti rotatori per dare loro la perfetta forma circolare (operazione che potete ripetere anche quando avrete appena tolto i biscotti dal forno).

E un impasto che si allarga in cottura quindi è importante che posizioniate i biscotti a qualche cm di distanza tra loro, oppure durante la cottura espandendosi si incolleranno gli uni agli altri. Usciti dal forno saranno ancora morbidi, ma si solidificheranno raffreddandosi quindi aspettate 10 minuti prima di toglierli dalla teglia

2. I sablés

PAN-DI-ZENZERO

I classici biscotti tipo Oro saiwa, o tipo i biscotti pan di zenzero per intenderci. Vanno stesi sottili quindi è importante fare in modo che siano tutti spessi più o meno uguale, altrimenti ne avrete alcuni crudi e altri bruciati. Cuociono molto in fretta, quindi sorvegliateli bene e toglieteli quando iniziano ad essere ambrati. Sono già subito solidi quindi trasferiteli immediatamente sulla griglia di raffreddamento.

3. I biscotti di frolla morbida

LINZER-COOKIES

Tipo i canestrelli, o i biscottini da pasticceria ripieni di marmellata. L’impasto è fatto da una frolla molto morbida: mettetela in frigo prima di lavorarla, e cercate di manipolarla il meno possibile, le mani scaldano l’impasto che diventa subito morbido. Se succede, rimettete l’impasto per 10 minuti in frigo.

Dopo aver ritagliato le vostre formine mettete la teglia in frigo per almeno 15 minuti: questo eviterà che i biscotti di deformino in cottura e perdano la loro forma! (lo stesso trucchetto vale anche per le crostate)

Una volta cotti, metteteli subito delicatamente sulla griglia di raffreddamento. Aspettate che siano freddi per farcirli (solitamente non ci vuole molto!), altrimenti il calore renderà troppo liquide le vostre creme e le marmellate che coleranno via.

Conservazione

I biscotti sono nemici dell’umidità: conservateli sempre in una scatola ermetica e consumateli entro una settimana.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.